Stoke-Manchester City 0-2, Guardiola vede il titolo sempre più vicino

Una doppietta di David Silva stende gli uomini di Lambert

0
117
Manchester City

81 punti in 30 giornate, questo è lo straordinario bottino che il Manchester City è riuscito a racimolare in una stagione assolutamente da ricordare. I citizens, nel posticipo di lunedi affrontano lo Stoke City che viene da tre pareggi consecutivi e si trova in piena zona retrocessione. La squadra di Guardiola scende in campo con quasi tutti i titolari. In porta c’è Ederson, fresco di convocazione con il Brasile, la difesa a 4 è formata da Walker sulla destra, Zinchenko nell’ormai abituale ruolo di terzino sinistro e Kompany e Otamendi al centro. A centrocampo Fernandinho è il metronomo della squadra con David Silva e De Bruyne che sono liberi di proporsi in avanti. In attacco spazio alla fantasia di Sterling, Gabriel Jesus e Sanè. I Potters di Lambert rispondono con uno statico 4-3-3. Tra i pali gioca Butland, la difesa è formata, da destra, da Bauer, Zouma, Martins Indi e Stafylidis. I tre centrocampisti di quantità sono Ndiaye, Cameron e Allen con Shaqiri e Choupo Moting che assistono l’unica punta Jesè.

IL TIKI TAKA È UN PIACERE

Nessun giudizio sulla bellezza di qualcosa o qualcuno può essere oggettivo. Eppure, per i calciofili, quella del gioco di Guardiola è la cosa che si avvicina di più all’oggettività. L’azione del primo gol, al minuto numero nove, è da manuale del calcio. Palla avanti, Palla indietro e alla fine Sterling mette un cross preciso, rasoterra, per il piattone di David Silva che batte Butland. La differenza tecnica tra i due team è notevole ma lo Stoke prova a reagire affidandosi al suo talento, Shaqiri, che umilia Zinchenko con un tunnel, mette la palla a rimorchio, ma il tiro di Ndiaye, deviato, finisce fuori. I citizens hanno un altro paio di opportunità con una punizione che attraversa tutta l’area e con un tiro di Fernandinho deviato in angolo da Butland, ma non riescono a colpire.

Embed from Getty Images

Nella ripresa la musica non cambia e, come nella prima frazione, gli ospiti segnano subito. Sempre David Silva scambia con Gabriel Jesus e supera il portiere in uscita. È 2-0. La squadra di Manchester continua a dominare e va più volte vicina al 3-0, sopratutto con un indemoniato Sterling che prima salta tutta la difesa ma tira sul piede di Butland, e poi, lanciato a rete, si fa recuperare in extremis da Martins Indi. A Stoke-On-Trent vince la squadra più forte, quella che, se mantiene lo stesso ritmo, tra tre partite (o anche prima, Manchester United permettendo) potrebbe laurearsi campione d’Inghilterra. Casualmente entrambe le squadre incontreranno l’Everton nel prossimo turno. Lo Stoke il 17 marzo mentre il City il 31, a causa dello spostamento della partita del 17 contro il Brighton per la partecipazione di quest’ultimo ai quarti di finale di FA Cup.

Luca Fantoni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here