Tennis, Murray ad un passo dall’addio: “Non posso più continuare”

Andy Murray parla di ritiro: non andrà oltre Wimbledon, qualora dovesse arrivarci

0
233

Andy Murray, grandissimo tennista scozzese, classe 1987. Tutti lo conosciamo: Wimbledon 2013 e 2016, il primo sopra Djokovic, il secondo contro Raonic. E US Open 2012, sempre sopra il serbo. Queste le sue vittorie più importanti, quelle che lo hanno reso celebre ai quattro angoli del globo terracqueo. Vittorie che ormai sembrano impossibili che arrivino visto le dichiarazioni di stamane.

In un conferenza stampa pre Australian Open, Murray – cinque volte finalista del torneo tra 2010 e 2016 – ha detto ‘basta’: “Non posso continuare a farlo, questo potrebbe essere l’ultimo torneo. Spero di arrivare a Wimbledon. Ma ho bisogno di metter e un punto finale perché stavo giocando senza avere l’idea di quando il dolore si sarebbe fermato ed ho sentito di dover fare quella decisione. Così ho colloquiato col mio team ed ho detto che pensavo di potercela fare fino a Wimbledon che è il posto dove mi piacerebbe finire di giocare, ma so anche che non è certo io riesca a farcela”. Il campione – colpito sistematicamente ormai da due anni ad un grande dolore all’anca destra – si è poi lasciato a copiose lacrime.

Daniele Errera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here