The Butterfly Effect: Andrea Belotti pallone d’oro

Una serie di eventi hanno portato Andrea Belotti a giocarsi il titolo di giocatore più forte del mondo

0
92

Russia, luglio 2018. Triplice fischio finale. Stiamo piangendo. L’Italia è eliminata dal mondiale di Russia. Ancora i rigori, maledetti rigori. Siamo tornati agli anni ’90 non solo nella moda ma anche nel calcio. Una tremenda semifinale con la Francia e ancora una volta dobbiamo ringraziare lui se siamo arrivati fino al dischetto decisivo. Piange più di tutti Andrea Belotti. Il suo gol non ci porta in finale ma ormai è capocannoniere del torneo. Vinceremo la finalina per il terzo posto con l’Inghilterra, perché gli anni ’90 vanno di moda, lo sappiamo e il Gallo fa doppietta.

Il pensiero di tutti si sposta al novembre 2017. Milano, la Nazionale, orfana di Ventura, dimessosi dopo la sconfitta in Svezia, ha lasciato spazio a Gigi Di Biagio, che grazie a una doppietta proprio del Gallo ha portato l’Italia ai mondiali. A Di Biagio è susseguito Maurizio Sarri. Dopo aver perso lo scudetto col Napoli, il Comandante ha portato il suo credo in Nazionale, creando un piccolo sogno, frantumatosi in una notte di luglio.

Torino

Belotti come Higuain, Chiesa come Callejon e Jorginho come Jorginho. Gli Azzurri d’Italia diventano simili agli azzurri partenopei. Bel gioco, non si vince, ma è Gallomania. L’ex capitano del Toro si sblocca e segna a raffica, alzando la cresta in giro per la Russia. Urbano Cairo si sfrega le mani ed è felice di aver messo quella clausola da cento milioni. Nei primi di agosto arriva Florentino che, cercando gli spiccioli rimasti dalla cessione di CR7, si porta a casa l’Mvp della rassegna iridata.

Parigi, dicembre 2018. Nella top tre in lizza per il Pallone d’Oro ci sono due giocatori del Real Madrid e uno del PSG. Mbappè per i transalpini, Modric e il neo acquisto Belotti per i blancos. Il nuovo 9 madridista, anzi #99, per essere precisi – perché Benzema il numero non l’ha lasciato – ha deciso la Supercoppa Europea nel derby con l’Atletico, portando la coppa nel lado blanco di Madrid.

Tre giocatori aspettano il loro destino. Si apre la busta.

Il Pallone d’Oro 2018 va a…” Si alza Belotti. Il Gallo canta sul mondo.

 

Luigi Vincenzo Repola

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here