Tutto pronto per la Liègi-Bastogne-Liègi

Al via la più antica Classica Monumento

0
331

Ci siamo! Il 28 aprile 2019 si correrà la 105ª edizione della Liègi-Bastogne-Liègi, la Classica più antica della storia del ciclismo, per questo il nome la Doyenne (la Decana). Nonostante ciò, non si tratta della competizione con più edizioni poiché è stata interrotta per ben ventritre anni.

CENNI STORICI

La prima edizione si tiene nel 1892 e vede vincere il belga Léon Houa, che trionferà anche le due edizioni successive. Lo svolgersi della Classica Monumento nei primi anni è un po’ altalenante, viene annullata dal 1895 al 1907, poi nel 1910 e infine dal 1914 al 1918, in quest’ultimo caso l’annullamento è dovuto alla prima guerra mondiale. Successivamente vengono annullate anche le edizioni dal 1940 al 1942 e del 1944 , a causa del secondo conflitto mondiale.

Nelle prime trentasei edizioni della Doyenne abbiamo un predominio belga, con ben trentatre vittorie. Le altre tre edizioni vengono vinte due da atleti francesi, nel 1908 e 1949, e una dal tedesco H. Buse nel 1930. Il primo italiano a trionfare alla Liègi-Bastogne-Liègi è Carmine Preziosi, nel 1965, mentre l’azzurro M. Argentin, capace di trionfare ben quattro volte, è attualmente il secondo atleta con più vittorie a pari merito con lo spagnolo A. Valverde, ancora in attività, che cercherà di raggiungere Eddy Merckx al primo posto, con cinque trionfi.

Nel 1954 la giuria decide di assegnare una vittoria ex aequeo a Schoubben e Derycke. Mentre nel 1974 e 1981 vengono squalificati i rispettivi vincitori De Witte e Van der Velde, quest’ultimo a causa della positività all’antidoping.

Dal 1977 ad oggi il predominio belga è totalmente scomparso, infatti le vittorie sono appena cinque e l’ultima l’ha ottenuta Gilbert nel 2011.

L’ultimo italiano a trionfare nella Doyenne è stato Di Luca nel 2007. Da allora, gli azzurri hanno ottenuto solo secondi posti con Rebellin nel 2008 e Nibali nel 2012, quest’ultimo beffato dal kazako Iglinskij negli ultimi km.

Per aggiornare la storia non bisogna fare altro che aspettare il 28 Aprile per sapere chi sarà il successore di Jungles.

PERCORSO E FAVORITI 

La Liègi-Bastogne-Liègi si disputa la quarta domenica di Aprile e prende il via da Liegi, nel Belgio francofono. L’edizione del 2019 è lunga 256 km. Si partirà da Liégi per arrivare dopo circa 100 km a Bastogne e ritornare, con percorso differente dall’andata, a Liégi. La corsa attraversa il massiccio delle Ardenne ed è caratterizzata da undici côtes, strappi brevi e ripide che consentono di attraversare il dolce paesaggio collinare della Vallonia e della valle dell’Ourthe.

Nella prima parte della corsa, fino a Vielsalm al km 151, il percorso risulta vallonato ma abbastanza semplice. La fase più dura e decisiva è quella tra il km 161 e il km 241, dove gli atleti incontreranno nove delle undici côtes. Ognuna  ha differenti difficoltà e lunghezza, come la Côte de Stockeu (1km al 12,5%) e Col du Rosier (4km al 5,9%). Nelle passate edizioni è stato spesso l’ultimo strappo ad essere decisivo per la vittoria finale. Quest’anno sarà la Côte de la Roche-aux-Faucons (1km all’11%) l’ultima asperità prima dei 15 km finali, che portano al traguardo posto nel centro città di Liégi.

I favoriti della 105ª edizione sono: Jungles, vincitore dello scorso anno, Alaphilippe e Gilbert (Deceuninck Quick-Step), Valverde, Quintana e Landa (Movistar), Wellen (Lotto-Soudal), Pinot (Groupama-FDJ), Bardet (Ag2r La Mondiale), Nibali (Bahrain-Merida) e il duo Kwiatkowski  e Poels (Team Sky).

Da non sottovalutare i fratelli Simon Adam Yates (Mitchelton-Scott), Dumoulin (Team Sunweb), Woods e Bettiol, vincitore dell’ultimo Giro delle Fiandre, (Education First), Rui Costa (UAE Team Emirates), Fuglsang (Astana Pro Team) e Valgren (Dimension Data). Infine una possibile sorpresa potrebbe essere il francese G. Martin della Wanty-Gobert Cycling Team.

Albo d’oro per nazioni
  1. Belgio         58 vittorie
  2. Italia          12 vittorie
  3. Svizzera       6 vittorie
Albo d’oro atleti
  1. Eddy Merckx                          5 vittorie
  2. Argentin e Valverde                4 vittorie
  3. Houa, Schepers e De Bruyne   3 vittorie

Carmine Grella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here