UCL, Valencia-Juventus 0-2: ruggito bianconero tra lacrime e veleni

Esordio vincente al Mestalla per i bianconeri. Doppio Pjanic su rigore stende gli spagnoli in superiorità numerica dal 29esimo del primo tempo. Espulso Ronaldo che esce in lacrime. Super Szczesny sul rigore finale di Parejo.

0
344

Per la Juventus è arrivato il momento della verità. L’obiettivo dichiarato dei bianconeri è la Champions League e stasera l’avversario è il Valencia di Marcelino. Per gli spagnoli, reduci da un inizio di campionato non esaltante, l’ex Villarreal sceglie di lasciare in panchina Diakhaby, mentre schiera titolare Guedes sulla sinistra. Allegri decide di optare per il solito 4-3-3, lasciando in panchina Douglas Costa e Dybala, preferendo loro Bernardeschi e Mandzukic. A centrocampo Khedira vince il ballottaggio con Emre Can.

RONALDO ESPULSO AL 29′. PJANIC LA APRE DAL DISCHETTO

Primo tempo. Il Valencia inizia con una manovra aggressiva, ma la Juventus è abile subito nel circuire i primi attacchi degli spagnoli. Prima occasione per il Valencia: Guedes da fuori, tiro deviato in angolo. Dal seguente corner esce un buon colpo di testa di Gabriel, che tuttavia si spegne sul fondo. Valencia ancora avvolgente nella manovra, ma la Juventus gestisce senza problemi. Al 10′ i bianconeri provano ad affondare: Mandzukic sfrutta un tiro defilato di Ronaldo, che diventa un assist per il croato che colpisce al volo in semirovesciata in area. Il tiro è alto. Minuto 16, altra occasione Juve: Bernardeschi riceve un cross dalla sinistra e serve Khedira liberissimo in area. La palla era solo da appoggiare in rete ma il tedesco colpisce clamorosamente alto. Juventus incontenibile, Valencia rintanato nella sua area. Minuto 20, prima Neto respinge un tiro a colpo sicuro di Bernardeschi in area, poi sulla respinta Matuidi colpisce a botta sicura ma Murillo si immola e libera. Al 22′, Khedira si accascia a terra, problemi alla coscia per lui; Emre Can subentra al posto dell’infortunato. Minuto 29, colpo di scena: Ronaldo espulso! Nasce una piccola rissa nell’area del Valencia dopo un battibecco tra CR7 e Murillo, con il portoghese a tirare (così almeno pare nell’intenzione) i capelli al colombiano. L’arbitro Brych si consulta con l’assistente di porta ed espelle il portoghese. Prima espulsione di Ronaldo in 154 presenze in Champions. Il Valencia riprende coraggio, Juve che cerca di ritrovare l’organizzazione giusta. Minuto 41′, prova il tiro Batshuayi, palla altissima. Minuto 43, Parejo stende Cancelo intervenendo a gamba alta: Brych fischia il penalty su una azione che aveva visto anche una traversa colpita dai bianconeri. Pjanic fredda Neto, 1-0 Juve.

ALTRI DUE RIGORI: PJANIC ANCORA A SEGNO, SZCZESNY RESPINGE PAREJO

Secondo Tempo. Inizia la ripresa, nessun cambio per le due squadre. Minuto 49′, su un corner ammonito Murillo per una trattenuta su Bonucci in area. Anche in questo caso, rigore solare. Pjanic ancora freddo dal dischetto. 2-0 e doppietta del bosniaco. La Juve comincia ad abbassare i ritmi, gestendo il possesso e giocando di astuzia per addormentare la gara contro un Valencia mai domo. 64’: tiro di Soler da fuori, Szczesny manda in angolo. Minuto 66′: esce l’autore della doppietta, Pjanic, entra Douglas Costa reduce da un complicato weekend. Preme il Valencia, si difende la Juve giocando di rimessa. All’86’ la Juve cerca di colpire con Douglas Costa in contropiede; il brasiliano arriva al tiro in area, ma la conclusione viene respinta prontamente. Il brasiliano rimane a terra, ed Allegri è costretto a cambiare di nuovo: Douglas Costa costretto ad uscire, dentro Rugani. L’arbitro dichiara 6 minuti di recupero. Minuto 95, intervento leggermente in ritardo di Rugani in area di rigore: penalty per gli spagnolo. Parejo prova a botta sicura, ma Szczesny neutralizza. La partita termina proprio con l’intervento del portiere polacco. Una Juventus solida e cinica nonostante l’uomo in meno, porta a casa tre punti preziosi su un campo ostile. Buona la prima per la squadra di Max Allegri, esordio  europeo da incubo per Ronaldo, uscito in lacrime dopo l’inaspettata espulsione del primo tempo.

Tutta la grinta di Leonardo Bonucci a fine gara
TABELLINO

VALENCIA – JUVENTUS 0-2 (45′, 50′ Pjanic (R))

VALENCIA (4-4-2): Neto; Vezo (12’st Cheryshev), Gabriel, Murillo, Gayà; Soler, Parejo, Wass, Guedes (25’st S.Mina); Rodrigo, Batshuayi (25’st Gameiro). All.: Marcelino
A disposizione: Domenech, Piccini, Diakhaby, Cheryshev, Ferràn Torres, Santi Mina, Gameiro.
JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (23’pt Emre Can), Pjanic (21’st Douglas Costa, 44’st Rugani), Matuidi; Bernardeschi, C. Ronaldo, Mandzukic. All.: Allegri
A disposizione: Perin, Benatia, Rugani, Emre Can, Cuadrado, Douglas Costa, Dybala.

ARBITRO: Brych (Ger).
AMMONITI: Parejo, Murillo, Vezo (V), Alex Sandro, Szczesny (J)
ESPULSI: 29′ pt Ronaldo (J)
CORNER: 9-2

Andrea Santoni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here