US Open 2018, semifinali femminili: troppa Williams per la Sevastova, prima finale per la Osaka

Agli US Open 2018 sarà la finale tra la veterana Serena Williams e l'esordiente Naomi Osaka

0
988

Entrambe le semifinali del tabellone femminile si concludono in due set ma con andamenti decisamente diversi.

INARRESTABILE SERENA WILLIAMS

La prima semifinale femminile degli US Open 2018 è quella tra Serena Williams e Anastasija Sevastova e dura poco più di un’ora di tempo effettivo. La sfida viene decisa sin nei primi giochi.

La lettone parte forte, portandosi subito avanti di un break. Ma saranno il quarto e il sesto gioco del primo set a fare la differenza.

La Sevastova, esordiente a questi livelli, dopo aver perso la battuta per due volte consecutive in due game molto tirati, crolla dal punto di vista emotivo riuscendo a stento a trattenere le lacrime. Serena, troppo più esperta della sua avversaria, non si lascia sfuggire l’occasione di centrare l’ennesima finale slam e chiude agevolmente l’incontro con il punteggio di 6-3, 6-0.

Embed from Getty Images

KEYS SPRECONA, OSAKA RINGRAZIA

Molto più intensa la seconda semifinale tra l’esordiente Naomi Osaka e la finalista degli scorsi US Open, Madison Keys.

I due set sono simili nel loro svolgimento con la giapponese che lotta nei suoi turni di servizio mentre in risposta sfrutta le chance che la Keys le concede.

La chiave di lettura del match va infatti ricercata nella statistica delle palle break: 3/4 per la Osaka e un impressionante 0/13 per la Keys.

Il conto finale è una logica conseguenza della serata da incubo per l’americana, che deve cedere il passo alla nipponica la quale si aggiudica la prima finale slam in carriera con il punteggio di 6-2, 6-4.

 

Embed from Getty Images

Gianmarco Fetoni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here