Vecchia Signora d’Europa: il cammino della Juventus in CL

Con una rosa ampia e ricca di talento, ma soprattutto con CR7 a disposizione la Juventus non si pone limiti in Europa

0
266

Ottenuta la qualificazione con un turno di anticipo, la Juventus vola agli ottavi da prima del girone pronta a conquistarsi il vero obiettivo di questa stagione: la Champions League.

Qualificazione ottenuta con un turno di anticipo e primato nel gruppo H. L’avventura della Juventus di Max Allegri in Champions non poteva che cominciare nel migliore dei modi. Qualche sconfitta di troppo, in casa con lo United e a Berna con lo Young Boys, che non sono di certo andate a intaccare le brillanti prestazioni della Vecchia Signora che conquista così il primo importante traguardo europeo e stagionale.

Raggiunta la vetta anche in campionato, si pensa già agli ottavi e al prossimo avversario che sarà deciso dai sorteggi di lunedì 17 dicembre.

LA ROSA PIÙ COMPETITIVA

Il massimo impegno con il minimo sforzo, calibrando di volta in volta l’importanza della partita e la levatura dell’avversario. Vincere è l’unica cosa che conta ma con lo sguardo sempre rivolto al match successivo. Questa è la mentalità vincente con la quale la squadra sta affrontando ogni partita tra campionato e coppa e che, per ora, sta ripagando Massimiliano Allegri.

Le sconfitte indolori subite finora (solo in Champions League) non sono mai state frutto di una netta superiorità degli avversari e questo non può che essere un punto a favore per i bianconeri.

La Juve dispone della rosa più competitiva d’Europa con giocatori di livello e sempre pronti a dare il massimo in campo. Infortuni, come quello di Barzagli, e turnover di certo non spaventano. Allegri ha infatti concesso minuti di gioco a tutti i giocatori disponibili – da Rugani, De Sciglio, Benatia a Bernardeschi e Bentancur, con quest’ultimo in particolare che si è ritagliato un posto da titolare e da protagonista – facendo per di più rifiatare i titolarissimi ma senza far soffrire troppo il peso del turnover. Un enorme vantaggio rispetto alle altre grandi d’Europa che si concretizzerà soprattutto in primavera quando, nella fase calda della Champions, la Juve disporrà di giocatori sempre freschi.

RONALDO PORTACI LA CHAMPIONS

Dopo un esordio shock contro il Valencia in cui si fa espellere e lascia la Juve in 10, CR7 si riscatta da grande ex nelle partite contro lo United servendo, nella partita di ritorno, l’assist decisivo a Mario Mandzukic.

Non ha ancora brillato la stella juventina nella competizione che più lo ha esaltato in questi anni. Se al suo arrivo in Italia i tifosi cantavano “Ronaldo portaci la Champions”, l’uomo dei record non ha ancora mostrato tutto il suo potenziale. Fa notizia vederlo a quota 1 gol nella classifica marcatori, ma di certo Ronaldo sarà pronto a stupire con i suoi gol nella fase calda della competizione.

DOVE PUÒ ARRIVARE?

Con la Serie A in pugno, la Vecchia Signora può concentrarsi nel vero obiettivo stagionale: la Champions. Quest’anno ha dalla sua parte una rosa più competitiva e uno dei giocatori più forti di sempre. La scalata della Juve in vetta all’Europa è ancora lunga e piena di insidie, ma ci sono tutti i presupposti per arrivare lontano; ci si può affidare a calcoli e statistiche ma poi tutto sarà deciso sul campo ed è qui che si riconosco e si consacrano i veri campioni.

Agnese Paparelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here