Venerdì di gala in Serie B: Frosinone e Spal in campo

Scontro a distanza tra le due big della serie cadetta

0
673

La 33esima giornata di Serie B ha visto la Spal, seconda in classifica, impegnata al Partenio contro l’Avellino, e il Frosinone capolista sull’ostico campo del Cesena.

Avellino quasi salvo: Eusepi abbatte la Spal
Cade al Partenio la Spal vice capolista. Nonostante la voglia di ripartire dopo la sconfitta subita in casa contro il Frosinone, che ha portato al sorpasso da parte del club ciociaro, la squadra di Semplici è costretta a capitolare con l’Avellino, che, con zero vittorie nelle ultime cinque partite, davanti al suo pubblico ottiene tre punti decisivi verso la salvezza.
Dopo un primo tempo abbastanza vivace ed equilibrato con occasioni da un parte e dall’altra, le più nitide per Finotto della Spal, il secondo tempo si apre col vantaggio dei padroni di casa al 49′ siglato da Eusepi, che, trovato in area da un lancio filtrante di Migliorini, e lasciato colpevolmente solo dalla difesa ferrarese, supera abilmente a tu per tu Meret con uno scavetto. La Spal inserisce anche bomber Floccari al 60′, ma nonostante i tentativi di riprendere il risultato, sembra aver subito il colpo, e in due occasioni rischia di subire il secondo gol, prima con D’Angelo e poi con Ardemagni.

Avellino (4-4-2): Radunovic; Gonzalez, Djimsiti, Migliorini, Perrotta; Laverone (40′ Jidayi), Paghera (71′ st Bidaoui), Omeonga, D’Angelo; Eusepi (76′ Castaldo), Ardemagni.
A disp.: Lezzerini, Verde, Belloni, Solerio, Gavazzi, Camarà. All.: Novellino.

Spal (3-5-2): Meret; Gasparetto, Giani, Cremonesi; Ghiglione (34′ Strefezza), Schiattarella, Arini, Schiavon (71′ Antenucci), Del Grosso; Finotto, Zigoni (60′ Floccari).
A disp.: Marchegiani, Silvestri, Mora, Castagnetti, Vicari, Costa. All.: Semplici.
Reti: Eusepi 49′.

Cesena beffato al 91′ da Mokulu
Al Manuzzi la capolista riesce a strappare il pareggio in extremis con Mokulu e incrementa di un punto il distacco dalla Spal. Il Cesena, proveniente da una vittoria nelle ultime cinque partite, nonostate una gara tenuta sostanzialmente sotto controllo, non riesce a raggiungere quel bottino pieno che gli avrebbe assicurato quattro punti temporanei sulla zona play out.
Il primo tempo vede un Cesena molto più attivo con il trio Ciano-Garritano-Cocco, rispetto ad un Frosinone visibilmente compassato. Dopo vari tentativi della squadra di casa, ecco il vantaggio al 20′ con il facile tap-in dell’ex di turno, Cocco, trovato da un cross del solito Garritano, una spina nel fianco della difesa ciociara nel primo tempo. La prima frazione si chiude con vari scontri in campo, soprattutto tra Soddimo e Perticone, che creano nervosismo. Nella ripresa si calmano le acque e continua la trama della squadra romagnola, interrotta da timidi tentativi di attacco della capolista. All’87’ però si fa vedere prepotentemente il Frosinone con un cross in area di Mokulu che colpisce la mano di Laribi dando adito a svariate polemiche rispedite al mittente dall’arbitro Ros. Ma proprio quando sembra fatta per il Cesena ecco che arriva la beffa con il gol al 91′ di Mokulu, aiutato da un’uscita spregiudicata di Agliardi su traversone di Maiello.
Cesena (3-5-2): Agliardi; Perticone, Capelli, Ligi; Balzano, Garritano (85’ Laribi), Schiavone, Crimi, Falasco; Cocco, Ciano.
A disp.: Bardini, Panico, Vitale, Setola, Renzetti, Di Roberto, Akammadu, Cavallari All.:Camplone.

Frosinone (3-5-2): Bardi; Terranova, Ariaudo, Krajnc(67′ Gori); Fiamozzi, Sammarco(81′ Mokulu), Maiello, Soddimo(73′ Kragl), Crivello; D. Ciofani, Dionisi.
A disp.: Zappino, Russo, Frara, Volpe, Pryyma, Mamic All.: Marino.
Reti: 20′ Cocco, 91′ Mokulu.

Valerio Marcangeli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here