Westbrook e Oklahoma City Thunder assieme fino al 2023

Russell Westbrook sarà un cestista degli Oklahoma City Thunder fino al 2023.

0
109

Sam Presti ce l’ha fatta. Non che fosse necessario un grandissimo sforzo di convincimento, proprio per via della decisione a monte del cestista. Lo sforzo è certamente economico, ma non si poteva fare altrimenti: Russell Westbrook sarà un giocatore degli Oklahoma City Thunder fino al 2023.

L’annata 2017-2018 era già annoverata nei libri contabili di Oklahoma: 28 milioni per l’MVP della Regular Season. Quel che il dirigente ha fatto è sottoporre un nuovo contratto a Westbrook dal valore di 205 milioni di dollari che, come prevedibile, ha accettato. Complessivamente sono 233 milioni. Russ ha accettato anzitutto in quanto aveva già in passato dichiarato amore eterno ai suoi Thunder. Specialmente dopo lo shock cittadino per l’addio di Kevin Durant, allora bandiera della franchigia. Secondo poi, a maggior ragione adesso che la squadra è tornata ad essere competitiva con gli innesti di Paul George (ala piccola o guardia) e Carmelo Antony (ala piccola).

Russell Westbrook, mister 42 triple doppie, record che gli ha consegnato il titolo di MVP 2016/2017, sarà legato quindi ad Oklahoma per molti anni ancora. Considerato che la point guard ha ormai 29 anni, verosimilmente si tratta di un contratto per la vita. Quando scadrà avrà ormai quasi 35 anni. E’ un’evidente promessa d’amore e soprattutto una promessa alla città, che lo adora. Si punterà tutto per vincere il titolo NBA. Ma, per assurdo, la cosa più difficile sarà vincere la Western Conference, che con franchigie del livello di Golden State, San Antonio e Houston sta esprimendo una qualità altissima in questi recenti anni.

Daniele Errera

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteOlympic Story n.2, Enrico Fabris e la bolgia di Torino
Prossimo articoloNFL: la preview di week 4
Daniele Errera
Classe 1989, è dottore in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali e laureando in Economia presso l'ateneo di Roma Tre. Giornalista pubblicista da luglio 2016, ha pubblicato il libro "Le 50+1 partite che hanno cambiato la storia" (ed. Kimerik). Dal 2014 è radio speaker prima per LAvori in COrso (Radio Luiss), poi per Radar (Roma Tre Radio). E' direttore de La Giornata Sportiva ed è davvero felice di esserlo anche perché collabora fianco a fianco coi suoi Amici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here