WWE Elimination Chamber 2019, i risultati del PPV

Tanti cambi di titolo nel PPV di febbraio: Bàlor vince il titolo Intercontinentale, Sasha Banks e Bayley sono le prime campionesse di coppia, e tanto altro

0
455

La strada verso la 35° edizione dello Showcase Of The Immortals prende una deviazione pericolosa. Prima del Paradiso, i lottatori della WWE devono attraversare l’inferno del ‘Ventre della Bestia’: l’Elimination Chamber, ‘la camera dell’eliminazione’. 6 atleti e 12 atlete entreranno all’interno della diabolica struttura, ma ne usciranno non come vincitori ma come sopravvissuti. Questo è Elimination Chamber, in diretta dal Toyota Center di Houston, Texas. Vediamo nel dettaglio quanto accaduto.

NEL KICK-OFF, CHE SPETTACOLO TRA MURPHY E TOZAWA! TRIONFO PER LA BOSS’N’HUG CONNECTION NELL’ELIMINATION CHAMBER A SQUADRE: SONO LORO LE PRIME CAMPIONESSE FEMMINILI DI COPPIA FEMMINILI DELLA STORIA!

L’unico match presente nel consueto pre-show è la sfida tra il campione Buddy Murphy e lo sfidante Akira Tozawa, valida per il titolo dei pesi leggeri. A mani basse, per livello tecnico, è il miglior match della serata. Colpi duri ma anche grande agilità mostrata da entrambi i contendenti, con il giapponese che si dimostra un validissimo sfidante per il regno dell’australiano, che alla fine riuscirà a mantenere il titolo grazie alla sua Murphy’s Law, dopo aver ribaltato una manovra di sottomissione al braccio. Chi metterà fine a questo regno?

Il primo match del main show è l’Elimination Chamber femminile di coppia: 6 coppie entreranno nel ‘Ventre della Bestia’, ma solo una ne uscirà come vincitrice e prima detentrice dei titoli di coppia femminili. Le prime ad entrare nel ring sono le ex-Absolution Mandy Rose e Sonya Deville e la ‘Boss’n’Hug Connection’, Bayley e Sasha Banks, ma la prima coppia ad abbandonare la contesa è quella di Naomi e Carmella, eliminate dalle Iiconics. Ottima la prova del duo TaminaNia Jax, che eliminerà sia le australiane sia la Riott Squad, mostrando di essere temibili, tanto che ci vorrà l’alleanza tra le coppie iniziali per poterle eliminare. Alla fine, è la coppia Banks-Bayley a vincere e a laurearsi prime campionesse femminili di coppia nella storia della WWE.

REGNO BREVE PER L’ALLEANZA SHANE O’MAC-THE MIZ, GLI USOS VINCONO IL LORO SESTO TITOLO. BÀLOR NUOVO CAMPIONE INTERCONTINENTALE

Match combattuto anche tra gli Usos e la coppia Shane McMahon-The Miz per i titoli di coppia di Smackdown. Gli sfidanti usano la loro comprovata esperienza per cercare di colpire i campioni, ma trovano una forte resistenza. Grandissima agilità mostrata da Shane O’Mac prima con la sua Coast To Coast e poi con la sua Leap Of Faith su Jimmy Uso, disteso sopra il tavolo dei commentatori. Nonostante questo, sono i samoani a vincere e conquistare per la sesta volta i titoli di categoria, dopo uno School Boy di Jey Uso ai danni dell’Awesome One, delusissimo per il risultato finale.

Il quarto match della serata è la sfida 2 contro 1 per il titolo Intercontinentale: il campione Bobby Lashley insieme al suo fido Lio Rush difende la cintura dall’assalto di Finn Bàlor. L’incontro segue la classica dinamica: il campione riesce a controllare facilmente l’avversario, grazie alla sua forza fisica e al vantaggio numerico. Ma l’irlandese capisce che per poter portare a casa incontro e titolo deve focalizzarsi sull’anello debole del duo avversario, ovvero il minuto Rush. Infatti, dopo aver neutralizzato Lashley, Bàlor colpisce il peso leggero con la sua Coup de Grace e vince il suo primo titolo Intercontinentale. Nel post-match l’ormai ex-campione sfoga tutta la sua rabbia su Lio Rush e se ne va infuriato nel backstage.

RONDA MANTIENE IL TITOLO, CHARLOTTE LA FRONTEGGIA MA E’ BECKY A RIMANERE IN PIEDI. CORBIN BATTE STROWMAN GRAZIE ALL’INTERVENTO DI MCINTYRE E LASHLEY

Quinto match del PPV è la difesa titolata tra Ronda Rousey e Ruby Riott. Match che dura poco e niente: una Samoan Drop e una Armbar bastano e avanzano all’ex-fighter UFC a mantenere il titolo femminile di Raw. Nel post-match si presenta Charlotte, la nuova sfidante della Rousey per Wrestlemania 35 in sostituzione di Becky Lynch, e le due si scambiano sguardi di fuoco. Nel frattempo, dal pubblico arriva, in stampelle, la rossa irlandese, che entra nel ring e colpisce prima la figlia del Nature Boy e poi la campionessa di Raw sempre con la stampella, sotto le urla di giubilo del pubblico. Lynch che verrà poi scortata fuori dall’arena in manette, come un certo Stone Cold Steve Austin negli anni ’90.

Il penultimo incontro della serata è la sfida senza squalifiche tra l’ex-GM di Raw Baron Corbin e Braun Strowman. Il Monster Among Men domina senza alcun tipo di problema, con o senza oggetti di sorta. Strowman colpisce Corbin con la sua Powerslam attraverso un tavolo impilato all’angolo del ring, ma subito dopo arrivano Drew McIntyre e Bobby Lashley che colpiscono l’ex-membro della Wyatt Family con una Spear, poi con un Claymore Kick e infine lo schiantano su due tavoli con una Powerbomb combinata, regalando la vittoria a Baron Corbin.

MAIN EVENT: BRYAN, PROVA DI SOPRAVVIVENZA NELLA CHAMBER SUPERATA

Il Main Event è l’Elimination Chamber match valido per il titolo WWE: il campione Daniel Bryan difende la cintura dall’assalto di AJ Styles, Samoa Joe, Jeff Hardy, Kofi Kingston (che sostituisce l’infortunato Mustafa Ali) e Randy Orton (che entrerà per ultimo nella contesa). Il primo ad essere eliminato è, clamorosamente, Joe (dentro sin da subito con il campione in carica), colpito da una Phenomenal Forearm di Styles (entrato con il numero 4). Lo stesso Styles verrà eliminato dall’ultimo entrato, Randy Orton, con la RKO, ma The Viper saluterà i suoi sogni di gloria a un passo dalla fine, dopo la Trouble in Paradise di Kofi Kingston.  Rimanendo sull’atleta ghanese, solo applausi. Kofi sforna la prestazione della vita andando a sfiorare una vittoria clamorosa che però verrà infranta dal Knee Plus di Bryan che, dopo aver eliminato in serata un’incolore Jeff Hardy, lo schiena e mantiene il titolo WWE.

PPV sufficiente, nonostante i match più importanti fossero l’attrattiva principale. Buonissime le prove delle due Elimination Chamber, sia maschile che femminile. Nel mezzo, troviamo un po’ di tutto: grandi segmenti, come lo scontro Charlotte/Rousey/Lynch, match poco entusiasmanti, come il No-DQ match tra Strowman e Corbin. Solida sufficienza e appuntamento che va per Fastlane.

CARD E RISULTATI DELL’EVENTO – Toyota Center (Houston, Texas) – 17/02/2019
KICK-OFF

1) Buddy Murphy (c) sconfigge Akira Tozawa – Single match per il WWE Cruiserweight Championship

MAIN SHOW

1) The Boss’n’Hug Connection (Bayley e Sasha Banks) sconfiggono Nia Jax e Tamina, The Riott Squad (Liv Morgan & Sarah Logan), Mandy Rose e Sonya Deville, The Iiconics (Billie Kay & Peyton Royce) e Naomi e Carmella – Tag team Elimination Chamber match per il WWE Women’s Tag Team Championship

2) The Usos (Jey Uso & Jimmy Uso) sconfiggono The Miz e Shane McMahon (c) – Tag team match per il WWE SmackDown Tag Team Championship

3) Finn Bálor sconfigge Bobby Lashley (c) e Lio Rush – Handicap match per il WWE Intercontinental Championship

4) Ronda Rousey (c) sconfigge Ruby Riott per sottomissione – Singles match per il WWE Raw Women’s Championship

5) Baron Corbin sconfigge Braun Strowman – No Disqualification match

6) Daniel Bryan (c) sconfigge AJ Styles, Jeff Hardy, Randy Orton, Samoa Joe e Kofi Kingston – Elimination Chamber match per il WWE Championship

Entrate ed eliminazioni nell’Elimination Chamber match per il WWE Women’s Tag Team Championship (ordine di eliminazione, numero d’ingresso, ecc…)
N° eliminazione Wrestler Brand N° ingresso Eliminate da Modalità di eliminazione Tempo
Naomi e Carmella SmackDown The IIconics Roll-up 17:10
The IIconics SmackDown Nia Jax e Tamina Samoan Drop 20:15
The Riott Squad Raw Nia Jax e Tamina Samoan Drop 25:05
Nia Jax e Tamina Raw Sasha Banks, Bayley, Mandy Rose e Sonya Deville Elbow Drop di Bayley 27:05
Mandy Rose e Sonya Deville SmackDown Bayley e Sasha Banks Bank Statement 33:00
Vincitrici Bayley e Sasha Banks Raw 33:00

 

Entrate ed eliminazioni nell’Elimination Chamber match per il WWE Championship (ordine di eliminazione, numero d’ingresso, ecc…)

N° eliminazione Wrestler N° ingresso Eliminato da Modalità di eliminazione Tempo
Samoa Joe AJ Styles Schienato in seguito ad un Phenomenal Forearm 14:35
Jeff Hardy Daniel Bryan Schienato in seguito ad un Running Knee 18:00
AJ Styles Randy Orton Schienato in seguito ad una RKO 22:25
Randy Orton Kofi Kingston Schienato in seguito ad un Trouble in Paradise 24:05
Kofi Kingston Daniel Bryan Schienato in seguito ad un Running Knee 36:40
Vincitore Daniel Bryan 36:40

 

Gaetano Bonanno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here