WWE Royal Rumble 2019, ecco i risultati del PPV

La Royal Rumble 2019 passa agli archivi e ci consegna tante grandi soddisfazioni. Bryan e Lesnar mantengono intatti i loro regni, Ronda Rousey e Asuka pure, ma sugli scudi abbiamo le vittorie di Seth Rollins e Becky Lynch nelle rispettive Risse Reali

0
624

La Road to Wrestlemania inizia stasera. In quel del Chase Field di Phoenix, Arizona, si decideranno i destini di due fortunate Superstar. 30 uomini e 30 donne entreranno dentro al ring e chi resisterà di più, eliminando tutti, vincerà l’opportunità delle opportunità: un biglietto di sola andata per Wrestlemania 35 per un’opportunità titolata mondiale a sua scelta. Vediamo nel dettaglio chi si è imposto come ‘re’ e ‘regina della giungla’.

KICK-OFF: WELCOME BACK TO NAKAMERICA! MURPHY RESISTE AL FATAL 4-WAY E I GLORIOUS GABLE REGOLANO LA STRANA COPPIA DI REZAR E SCOTT DAWSON.

Il KickOff si apre con un match non annunciato: un Tag team match tra i campioni di coppia di Raw, i Glorious Gable (Bobby Roode e Chad Gable) e il team di Rezar (in rappresentanza degli Authors of Pain) e Scott Dawson (in rappresentanza dei The Revival), quest’ultimi accompagnati da Drake Maverick. Il match, non valido per le cinture e annunciato nel pre-show dallo stesso GM di 205 Live, dura meno di 7 minuti ed è sufficiente. Nonostante Dawson e Rezar non siano compagni abituali, capiscono che per avere un’opportunità di vittoria devono neutralizzare il più piccolo dei loro sfidanti, ovvero Chad Gable. Ma l’intervento provvidenziale del Glorious One e la successiva manovra combinata porta l’1-2-3 vincente per i campioni.

Si procede poi con l’incontro valido per il titolo degli Stati Uniti tra il campione Rusev, accompagnato da Lana, e lo sfidante Shinsuke Nakamura. Dopo la vittoria del titolo da parte del Bulgarian Brute nella puntata natalizia di Smackdown, Nakamura ha cercato in più modi di entrare nella testa del nuovo campione. Il match che viene offerto dai due non si discosta di molto dai precedenti scontri: il bulgaro ci mette anima e cuore, oltre alla sua forza bruta, mentre il giapponese approfitterà di alcune distrazioni, colpendo con i suoi calci. Nel finale, Nakamura distrae l’arbitro e toglie la protezione dell’angolo, sotto gli urli di Lana. Un breve scambio di parole tra la Ravishing Russian e l’Artista, che porta a un errore di Rusev, che colpisce per sbaglio la sua consorte, che cadrà giù dal ring facendosi male alla caviglia, e alla successiva Kinshasa che vale lo schienamento vincente e la ripresa del titolo da parte di Nakamura.

L’ultimo match prima del main show è il Fatal 4-Way per il titolo dei pesi leggeri tra il campione Buddy Murphy e gli sfidanti Akira Tozawa, Hideo Itami e Kalisto. Grande spettacolo quello offerto dagli atleti di 205 Live, merito anche dei differenti stili di lotta: dal tecnico puroresu di Tozawa e Itami alla spericolata lucha libre di Kalisto, passando per lo stile duro di Murphy. Grandi manovre dall’alto tasso di spettacolarità, e vittoria finale che va all’australiano che con la sua Murphy’s Law colpisce e schiena Itami, mantenendo il titolo.

SHANE E THE MIZ CAMPIONI DI COPPIA! ROUSEY E ASUKA: VITTORIE SUDATE, MA MERITO ALLE AVVERSARIE.

Ad aprire il PPV è la sfida per il titolo femminile di Smackdown tra la campionessa Asuka e la sfidante Becky Lynch. Match adatto per aprire la serata, buonissimo opener: lo striking dell’ Imperatrice contro il pub brawling di The Man. Sugli scudi la nipponica, merito di una prestazione che non vedevamo dai tempi di NXT, ma grande la difesa della rossa irlandese che ha saputo neutralizzare le mosse di sottomissione della rivale, riuscendo anche a farle proprie (da ricordare una violenta Neckbreaker dal bordoring). Vince e mantiene la cintura la giapponese, dopo aver fatto cedere Becky a una versione modificata della sua Asuka Lock.

Il secondo match della serata è la sfida valida per i titoli di coppia di Smackdown: i campioni Cesaro e Sheamus (The Bar) difendono le loro cinture dall’assalto del Best Tag Team In The World, l’alleanza tra The Miz e Shane McMahon. I campioni, per gran parte del match, bersagliano The Miz, colpendolo con le loro manovre di coppia, rodate da una lunga esperienza nella categoria Tag Team. Sino all’intervento di Shane O’Mac, che ristabilisce la parità e porta a casa la vittoria grazie a una stupenda Shooting Star Press su Cesaro, dopo che il Magnifico ha messo fuori gioco Sheamus con la sua Skull Crushing Finale. La strana coppia Miz-Shane O’Mac conquista i titoli di coppia dello show blu e adesso quali saranno i destini della categoria e di questo nuovo team?

Il terzo incontro è valido per il titolo femminile di Raw, tra la campionessa Ronda Rousey e The Boss Sasha Banks. Scontro non solo fisico ma anche verbale tra le due contendenti, che non vogliono assolutamente tornare a casa con una sconfitta. Match fisico, a tratti abbastanza tecnico, ma comunque piacevole. Alla fine, è l’ex-fighter UFC a portare a casa l’incontro e a mantenere il titolo grazie alla sua Samoan Drop patentata. Stretta di mano tra le due, e faida che potrebbe ancora regalare qualcosa di più.

BECKY LYNCH REGINA DELLA RUMBLE! LESNAR E BRYAN: CHE FATICA CONTRO BÀLOR E STYLES…

È già ora del primo dei due Royal Rumble match della serata, ed è quello femminile. 30 donne si contendono la possibilità di un match titolato, a loro scelta, a Wrestlemania 35. Un’ora di match dalle grandi emozioni: dai debutti nel main roster di Lacey Evans (entrata col numero 1), Nikki Cross (una delle favorite alla vittoria), Kacy Catanzaro, Rhea Ripley, Xia Li, Io Shirai e Candice LeRae. Sugli scudi una buona Natalya, la Iron Woman con quasi un’ora di permanenza nel quadrato, che opera 3 eliminazioni in tutto l’incontro, la Riott Squad che mette tutto a soqquadro, ma è Charlotte a rubare la scena con ben 5 eliminazioni. Abbiamo i momenti comedy, con l’apparizione di Hornswoggle, che perseguita il duo delle Iiconics, prima e dopo la loro eliminazione, e anche il momento ‘alla Kofi Kingston’ di Naomi prima, che trova il modo di ripetersi come l’anno scorso, salvandosi da un’eliminazione certa, ma venendo eliminata da Mandy Rose, buttata fuori proprio dall’ex-campionessa di Smackdown, e di Kacy Catanzaro poi. Nei minuti finali avviene il momento che sposta gli equilibri: Lana entra col numero 28 ma per via del suo precedente infortunio è impossibilitata a lottare; entra Becky Lynch che chiede e ottiene il permesso per poterla sostituire e sul ring si ritroverà, nel finale a 2, con l’amica-nemica Charlotte Flair. Alla fine, dopo la delusione di inizio serata, è la rossa irlandese a vincere la Rissa Reale, in piedi solo su una gamba e andrà a Wrestlemania per sfidare una delle due campionesse femminili, con il pubblico totalmente dalla sua parte.

Il quinto match della serata è la sfida valida per il titolo WWE tra il campione Daniel Bryan e lo sfidante AJ Styles. Non si discosta dagli altri loro precedenti, grande spettacolo di tecnica e striking da parte dell’ormai ex-Yes Man e del Fenomenale. Un Bryan cattivo e spietato, aggressivo all’inverosimile, che alla fine conquista la vittoria dopo l’intervento del rientrante Erick Rowan, che atterra Styles con una Chokeslam. Chissà cosa bolle in pentola per questa alleanza tra Bryan e Rowan.

Il penultimo match della card è la sfida tra “Davide e Golia”: titolo Universale in palio, il campione Brock Lesnar, accompagnato dal fido Paul Heyman, sfida Finn Bàlor. Forza bruta contro velocità e calci, l’incontro si potrebbe titolare così. Lesnar colpisce con le sue solite manovre di potenza (Suplex di tutti i tipi) mentre Bàlor tenta di sopraffare la Bestia con la sua velocità. La F5 rovesciata in una Tornado DDT sembra portare bene ma è il campione alla fine ad attuare la zampata vincente, grazie alla sua Kimura Lock che fa cedere in un amen l’irlandese, e pone fine alla sua Cinderella Story. Nel finale, Lesnar colpirà ancora più volte Bàlor e se ne andrà negli spogliatoi tra i fischi del pubblico.

MAIN EVENT: SETH ROLLINS, UNA PRESTAZIONE DA IRON MAN. ELIMINA STROWMAN E VINCE LA RISSA REALE!

Il Main Event non può che essere il Royal Rumble match maschile, valido per un’opportunità ad un titolo mondiale a scelta nell’evento più importante del’anno, Wrestlemania 35. I primi a mettere piede nel ring sono Elias e Jeff Jarrett, che a sorpresa torna sul ring dopo vari anni di stop. Match che si dimostra solido, nonostante la durata non superi l’ora di tempo. L’assenza last-minute di John Cena non ha sminuito per nulla lo star-power dei partecipanti, grazie anche ai debutti da NXT di Aleister Black, di Johnny Gargano e del campione UK Pete Dunne, e del ritorno di Kurt Angle. Kofi Kingston si salva non una ma bensì due volte in questo match, in una gag che ormai si ripete annualmente ma che sa rinnovarsi senza mai stancare. Grandissima prova da parte dei 3 grandi favoriti della vigilia: Drew McIntyre, che opera 4 eliminazioni, prima di essere eliminato dal suo ex-tag team partner Dolph Ziggler; Braun Strowman, anche lui autore di 4 eliminazioni, e Seth Rollins, Iron Man del match insieme al giovane Mustafa Ali. Nel finale abbiamo il KingSlayer e il Mostro che cammina tra gli uomini a contendersi la vittoria, e nonostante un po’ di fatica è Rollins a portarsi a casa l’incontro e l’opportunità titolata in quel di Wrestlemania 35.

Grandissimo modo per aprire l’anno e per dare inizio coi botti alla Road to Wrestlemania. Match ottimi, mai al di sotto della sufficienza, pubblico sempre acceso e motori che si sono appena accesi. La prossima tappa è Elimination Chamber, e lì si capirà chi sarà forte abbastanza.

CARD E RISULTATI DELL’EVENTO – Chase Field (Phoenix, Arizona) – 27/01/2018
KICK-OFF

1) Glorious Gable (Bobby Roode & Chad Gable) sconfiggono Scott Dawson & Rezar (con Drake Maverick) – Tag team match

2) Shinsuke Nakamura sconfigge Rusev (c) (con Lana) – Single match per il WWE United States Championship

3) Buddy Murphy (c) sconfigge Akira Tozawa, Hideo Itami e KalistoFatal 4-Way match per il WWE Cruiserweight Championship

MAIN SHOW

1) Asuka (c) sconfigge Becky Lynch per sottomissione– Single match per il WWE SmackDown Women’s Championship

2) The Miz e Shane McMahon sconfiggono The Bar (Cesaro & Sheamus) (c)Tag team match per il WWE SmackDown Tag Team Championship

3) Ronda Rousey (c) sconfigge Sasha BanksSingle match per il WWE Raw Women’s Championship

4) Becky Lynch vince il Women’s Royal Rumble match eliminando per ultima Charlotte Flair la vincitrice riceverà un match per il WWE Raw Women’s Championship o il WWE SmackDown Women’s Championship a WrestleMania 35

5) Daniel Bryan (c) sconfigge AJ StylesSingle match per il WWE Championship

6) Brock Lesnar (c) (con Paul Heyman) sconfigge Finn Bálor per sottomissione – Single match per il WWE Universal Championship

7) Seth Rollins vince il Men’s Royal Rumble match eliminando per ultimo Braun Strowman il vincitore riceverà un match per il WWE Championship o il WWE Universal Championship a WrestleMania 35

PARTECIPANTI AL ROYAL RUMBLE MATCH FEMMINILE (Numero di entrata, ordine e numero di eliminazione, durata)
Numero Entrante Brand/Status Ordine Eliminato da Tempo Eliminazioni
1 Lacey Evans Free agent 11 Charlotte Flair 29:20 2
2 Natalya Raw 23 Nia Jax 56:01 2
3 Mandy Rose SmackDown 9 Naomi 25:50 1
4 Liv Morgan Raw 1 Natalya 00:08 0
5 Mickie James Raw 2 Tamina 11:38 0
6 Ember Moon Raw 24 Alexa Bliss 52:23 0
7 Billie Kay SmackDown 4 Lacey Evans 08:38 1
8 Nikki Cross Free agent 3 Billie Kay e Peyton Royce 09:00 0
9 Peyton Royce SmackDown 5 Lacey Evans 08:38 1
10 Tamina Raw 7 Charlotte Flair 08:22 1
11 Xia Li NXT 6 Charlotte Flair 04:48 0
12 Sarah Logan Raw 8 Charlotte Flair e Kairi Sane 05:38 0
13 Charlotte Flair SmackDown 29 Becky Lynch 50:01 6
14 Kairi Sane NXT 15 Ruby Riott 17:00 1
15 Maria Kanellis 205 Live 12 Alicia Fox 08:12 0
16 Naomi SmackDown 10 Mandy Rose* 01:28 1
17 Candice LeRae NXT 14 Ruby Riott 09:35 0
18 Alicia Fox Raw 13 Ruby Riott 06:55 1
19 Kacy Catanzaro NXT 16 Rhea Ripley 10:45 0
20 Zelina Vega SmackDown 18 Rhea Ripley 11:42 0
21 Ruby Riott Raw 20 Bayley 13:08 3
22 Dana Brooke Raw 17 Rhea Ripley 07:17 0
23 Io Shirai NXT 22 Nia Jax 13:21 0
24 Rhea Ripley NXT UK 21 Bayley 07:55 3
25 Sonya Deville SmackDown 19 Alexa Bliss 04:26 0
26 Alexa Bliss Raw 25 Bayley e Carmella 12:59 2
27 Bayley Raw 27 Nia Jax 14:27 3
28 Becky Lynch** SmackDown VINCITORE 13:20 2
29 Nia Jax Raw 28 Becky Lynch 11:59 2
30 Carmella SmackDown 26 Charlotte Flair 07:12 1

*Rose era stata già eliminata, quando ha eliminato Naomi.

**Lana era annunciata come numero 28 ma, per via di un infortunio alla caviglia, non ha potuto prendere parte al match, così Lynch ha avuto la possibilità di prendere il suo posto.

PARTECIPANTI AL ROYAL RUMBLE MATCH MASCHILE (Numero di entrata, ordine e numero di eliminazione, durata)
Numero Entrante Brand/Status Ordine Eliminato da Tempo Eliminazioni
1 Elias Raw 5 Seth Rollins 15:07 1
2 Jeff Jarrett Free agent 1 Elias 01:19 0
3 Shinsuke Nakamura SmackDown 8 Mustafa Ali 17:46 1
4 Kurt Angle Raw 2 Shinsuke Nakamura 03:15 0
5 Big E SmackDown 4 Samoa Joe 06:01 0
6 Johnny Gargano NXT 9 Dean Ambrose 13:50 1
7 Jinder Mahal Raw 3 Johnny Gargano 00:29 0
8 Samoa Joe SmackDown 14 Mustafa Ali 23:43 3
9 Curt Hawkins Raw 7 Samoa Joe 04:09 1
10 Seth Rollins Raw VINCITORE 43:00 3
11 Titus O’Neil Raw 6 Curt Hawkins 00:05 0
12 Kofi Kingston SmackDown 11 Drew McIntyre 08:53 0
13 Mustafa Ali SmackDown 23 Nia Jax 30:00 2
14 Dean Ambrose Raw 13 Aleister Black 12:42 1
15 No Way Jose Raw 10 Samoa Joe 00:02 0
16 Drew McIntyre Raw 22 Dolph Ziggler 20:06 4
17 Xavier Woods SmackDown 12 Drew McIntyre 00:03 0
18 Pete Dunne NXT UK 17 Drew McIntyre 11:13 0
19 Andrade SmackDown 27 Braun Strowman 22:31 1
20 Apollo Crews Raw 15 Baron Corbin 05:47 0
21 Aleister Black NXT 16 Baron Corbin 06:09 1
22 Shelton Benjamin SmackDown 20 Braun Strowman 09:21 0
23 Baron Corbin Raw 19 Braun Strowman 07:19 2
24 Jeff Hardy SmackDown 21 Drew McIntyre 07:55 0
25 Rey Mysterio SmackDown 25 Randy Orton 04:26 1
26 Bobby Lashley Raw 18 Seth Rollins 00:13 0
27 Braun Strowman Raw 29 Seth Rollins 14:39 4
28 Dolph Ziggler Raw 28 Braun Strowman 11:34 1
29 Randy Orton SmackDown 26 Andrade 05:56 1
30 Nia Jax* Raw 24 Rey Mysterio 03:11 1

*L’entrante numero 30, R-Truth, è stato attaccato da Nia Jax, che ha preso poi il suo posto.

Gaetano Bonanno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here