WWE Summerslam 2018, i risultati dell’evento

L'evento più caldo e atteso dell'estate per quanto riguarda la WWE è andato in scena ieri sera a Brooklyn, New York. Vediamo insieme i risultati di Summerslam 2018

0
578

E anche questa edizione di Summerslam va negli archivi della federazione di Stamford. Lo show più importante dell’estate, giunto alla sua trentunesima edizione, anche quest’anno si è tenuto in quel di Brooklyn vicino New York e ha sconvolto le fondamenta stesse della WWE con svariati cambi di titolo e risultati inaspettati. Scopriamo insieme cosa è accaduto al Barclays Center.

KICK-OFF

Le solite due ore prima dell’inizio dello show comprendono ben 3 match, 2 di questi saranno per delle cinture.

Da registrare le vittoria di Andrade ‘Cien’ Almas e Zelina Vega sulla coppia formata da Rusev e Lana, grazie a un roll-up sporco da parte della wrestler di origini portoricane su Lana, distratta dall’intervento di El Ìdolo.

Degni di nota sono state anche le difese titolate di Cedric Alexander contro Drew Gulak per il titolo Cruiserweight e del B-Team contro i The Revival per i titoli di coppia di RAW.

Gran bel match quello per il titolo dei pesi leggeri dove l’atleta di colore è riuscito a mantenere la cintura sconfiggendo il suo avversario dopo una sequenza finale molto veloce, anche questa finita con un roll-up.

Mentre il team formato da Bo Dallas e Curtis Axel prosegue il suo fortunato regno come campioni di coppia dello show rosso sconfiggendo il team di Dash Wilder e Scott Dawson con l’ennesimo roll-up.

MAIN SHOW

Lo show si apre con il match per il titolo Intercontinentale tra il campione Dolph Ziggler, scortato dallo scozzese Drew Mcintyre, e il suo sfidante Seth Rollins, accompagnato dal rientrante Dean Ambrose. Sfida dall’esito incerto ma che si conclude con la vittoria del Kingslayer, che torna in possesso del titolo Intercontinentale per la seconda volta nella sua carriera.

Il secondo match della serata è quello valido per i titoli di coppia di Smackdown Live tra i Bludgeon Brothers, campioni in carica, e il New Day, rappresentato oggi da Big E e Xavier Woods con Kofi Kingston a supportarli da bordo-ring. Match che termina con la vittoria del trio dei positivi ma per squalifica, dato l’uso da parte di Rowan e Harper dei loro martelli caratteristici. Vittoria per il New Day, ma per via della squalifica titoli che rimangono in mano agli ex-membri della Wyatt Family.

Terzo match della serata, e in palio c’è la valigetta del Money In The Bank: l’attuale detentore Braun Strowman la difende dall’assalto del Prize Fighter Kevin Owens, con lo svantaggio di poterla perdere anche in caso di squalifica o count-out. Poco da dire sul match: uno squash di quasi 2 minuti da parte del Monster Among Men che mantiene la preziosa valigetta nelle sue mani.

Quarto match della serata ed è una sfida a tre per il titolo femminile di Smackdown Live: la campionessa Carmella contro Becky Lynch e Charlotte Flair. Match combattuto molto bene da tutte e tre le contendenti e che termina con la vittoria della Regina Charlotte Flair, conquistando il suo settimo titolo femminile (il secondo regno a Smackdown Live), ponendo fine al regno della Principessa di Staten Island Carmella ma perdendo sicuramente la sua amicizia con la rossa irlandese Becky Lynch, che a fine match la colpisce con uno schiaffo.

Quinto match ed è la sfida per il titolo WWE tra il campione AJ Styles e Samoa Joe. Faida molto accesa tra i due wrestler, con Joe che mette in mezzo addirittura la famiglia del Phenomenal One, attaccandolo e definendolo un egomaniaco che pensa solo a sé stesso e non a essere un buon padre o marito. Durante il match, la Samoan Submission Machine decide di uscire dal ring e prendere un microfono per poter ulteriormente violare la mente del campione, che, ormai furioso, decide di prendere il suo sfidante a sediate sulla schiena, perdendo il match per squalifica ma mantenendo il titolo. Di sicuro la questione non finisce qui.

Sesto match della serata ed è una sfida che è nell’aria già da due anni. Daniel Bryan contro The Miz. Poche rivalità sono accese come questa e il match ne è la rappresentazione. Un Mizanin che negli anni è migliorato tantissimo sul ring e un American Dragon che, nonostante la lunga pausa (forzata) fuori dal ring, è ancora in grande forma. Sul finale, Maryse, la moglie-accompagnatrice del Magnifico, passa al marito un tirapugni e lo aiuta a vincere questo match. Ennesima furbata di The Miz e un Daniel Bryan che cercherà sicuramente vendetta.

Settimo match della serata ed è la sfida tra Constable Baron Corbin e Finn Bàlor. Sfida che non interessava a molti, ma che ha avuto una piacevole sorpresa: il ritorno dell’alter-ego demoniaco di Bàlor, assente dalle scene per quasi un anno. Ennesimo squash della serata, match che dura anche meno di Strowman vs. Owens, e vittoria del Demon Finn Bàlor per la gioia dei presenti.

L’ottavo match è la sfida per il titolo degli Stati Uniti tra il campione Shinsuke Nakamura e il Charismatic Enigma Jeff Hardy. Match buono, combattutto bene da entrambe le parti: una solida sufficienza. Vittoria quasi scontata di Nakamura che mantiene così il titolo degli Stati Uniti. A fine match abbiamo l’intervento della Vipera Randy Orton che sembra in procinto di attaccare il minore dei fratelli Hardy, ma decide di non infierire e di tornare nel backstage.

Il nono match vede il titolo femminile di RAW in palio tra la campionessa Alexa Bliss e la sua sfidante, Rowdy Ronda Rousey. E il match è quello che tutti si aspettavano di vedere: la Bliss è carne da macello per l’ex-campionessa UFC, che ha vita facile e riesce a vincere il suo primo titolo in WWE, quello femminile di RAW, per la gioia del pubblico di Brooklyn.

Siamo arrivati al Main Event di questo gigantesco Summerslam: il quarto atto dell’infinita rivalità tra The Beast Incarnate Brock Lesnar e il Big Dog Roman Reigns, con in palio il titolo Universale. Dopo le delusioni patite a Wrestlemania 34 e The Greatest Royal Rumble, Roman Reigns riesce nell’impresa di detronizzare Lesnar, grazie anche al fortuito intervento di Braun Strowman, che a inizio match annuncia che avrebbe sfidato il vincitore della contesa e che vi avrebbe assistito da bordo-ring. Il match è scoppiettante, come molti potevano aspettarsi, con la presenza di Strowman a bordo-ring che rende sicuramente il tutto piccante. Messo giù involontariamente da Reigns, Strowman viene colpito da Lesnar, prima con una F5, poi con varie sediate e la stessa valigetta del Money In The Bank, ma il sindaco di Suplex City, tornato sul ring, verrà beffato dalla Spear di Reigns che, finalmente, conquista il titolo Universale.

Gran bell’evento questo Summerslam 2018, non vediamo l’ora di vedere quali conseguenze porterà a RAW e Smackdown Live.

 

Di seguito, la match-card e i risultati dell’intero evento:

Kick-off:

1) Andrade ‘Cien’ Almas & Zelina Vega sconfiggono Rusev & Lana – Mixed Tag Team Match

2) Cedric Alexander (c) sconfigge Drew Gulak – Single Match per il WWE Cruiserweight Championship (Gentleman Jack Gallagher e The Brian Kendrick sono banditi dal bordo-ring)

3) The B-Team (Bo Dallas & Curtis Axel) (c) sconfigge The Revival (Scott Dawson & Dash Wilder) – Tag Team Match per il RAW Tag Team Championship

 

Main Show:

1) Seth Rollins (con Dean Ambrose) sconfigge Dolph Ziggler (c) (con Drew Mcintyre) – Single Match per l’Intercontinental Championship

2) The New Day (Big E e Xavier Woods) (con Kofi Kingston) sconfiggono The Bludgeon Brothers (Rowan & Harper) (c) per squalifica – Tag Team Match per il Smackdown Live Tag Team Championship

3) Braun Strowman (Mr. Money In The Bank) sconfigge Kevin Owens – Single Match per il Money In The Bank Contract (se Strowman perde per squalifica o count-out, perde la valigetta)

4) Charlotte Flair sconfigge Becky Lynch e Carmella (c) – Triple Threat Match per il Smackdown Live Women’s Championship

5) Samoa Joe sconfigge AJ Styles (c) per squalifica – Single Match per il WWE Championship

6) The Miz sconfigge Daniel Bryan – Single Match

7) Finn Bàlor sconfigge Baron Corbin – Single Match

8) Shinsuke Nakamura (c) sconfigge Jeff Hardy – Single Match per il WWE United States Championship

9) Ronda Rousey sconfigge Alexa Bliss (c) per sottomissione – Single Match per il RAW Women’s Championship

10) Roman Reigns sconfigge Brock Lesnar (c) (con Paul Heyman) – Single Match per il WWE Universal Championship

 

– GAETANO BONANNO –

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here